Share it with other artists or musicians!

Questo brano nasce all’interno del laboratorio di Regia e Diffusione del Suono coordinato da Marco Marinoni presso il Conservatorio di Cagliari e vuole essere un omaggio alla poetica cageana, nell’anno che celebra il centenario della nascita del compositore statunitense. Il materiale sonoro di partenza è infatti costituito da dieci brevi frammenti tratti da una registrazione del “Concerto per pianoforte preparato e orchestra da camera” composto da John Cage tra il 1950-1951.


   Abbiamo cercato di prendere alla lettera e mettere in pratica alcuni dei precetti che informavano le azioni compositive di Cage negli anni che si riferiscono a quel lavoro, in particolare l’innamoramento per le qualità cangianti del suono e la concezione di questo come acting, nella più ampia accezione che la semantica anglosassone concede al termine.
In tal senso, abbiamo deciso di elaborare elettronicamente i materiali di partenza ciascuno per proprio conto, all’insaputa di ciò che stavano facendo gli altri, partendo tuttavia da sorgenti sonore comuni, secondo durate e sincronie prestabilite, disponendo infine i frammenti ottenuti su un asse temporale condiviso senza operare su di essi alcun intervento di post-produzione: lasciando ciascun frammento libero di amalgamarsi con gli altri secondo una indeterminata relazione di contiguità sincronica coerente con l’idea cageana secondo la quale la creazione deve volgere verso un atto impersonale. Il brano è articolato in tre parti di tre minuti ciascuna, precedute da una introduzione tematica di un minuto. Il brano è stato eseguito in prima assoluta al Festival Spaziomusica di Cagliari, al Festival Miniere Sonore di Oristano, selezionato al XIX CIM – Colloquio di Informatica Musicale Trieste, Conservatorio di Musica “Giuseppe Tartini” 21–24 novembre 2012.
Autori:
Gianni Ballicu, Marcellino Garau, Marco Marinoni, Filippo
Mereu, Sandro Mungianu, Roberto ZanataAnno: 2012
Durata: 10’
Organico: supporto digitale multicanale